523 Washington Street

523 Washington Street

Nome del progetto in inglese
523 Washington Street
Architetto
Kripper Studio
Posizione
Brookline, Massachusetts, USA | View Map
Categoria
Alloggi Privati
Pablo Gerson
Scheda Tecnica Prodotto

ElementoMarchioProduct Name
SkylightVelux
CladdingArmstrong Building Products
InsulationBASF
DoorsBROSCO
Bathroom wall tileCambria
Ceramic TileDaltile

Scheda Tecnica Prodotto
Skylight
per Velux
Insulation
per BASF
Doors
per BROSCO
Bathroom wall tile
per Cambria
Ceramic Tile
per Daltile

523 Washington Street

Kripper Studio come Developer, General Contractor

Scopo del progetto
ADCO Realty ha incaricato Kripper Studio di restaurare e reimmaginare completamente una storica residenza in stile vittoriano per trasformarla in un duplex contemporaneo ed elegante con spazi abitativi ampliati.  L'originale residenza unifamiliare è stata convertita in una bifamiliare negli anni '90.  L'obiettivo di Kripper Studio è stato quello di considerare il potenziale dell'intero edificio e di creare due residenze moderne e autonome di nuova configurazione all'interno del fascino architettonico di una casa centenaria in stile vittoriano.

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson
photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

Mantenendo l'involucro dell'edificio ma sventrando gli interni, è stato creato uno spazio abitativo utilizzabile in aree tradizionalmente usate come magazzino - il seminterrato e il sottotetto - dando vita a due unità abitative con 4 camere da letto, sistemi moderni e finiture all'avanguardia.

Costruita nel 1894, la struttura esterna conserva ancora molto del suo carattere storico, che Kripper Studio e ADCO Realty si sono impegnati a preservare e restaurare. Un tratto distintivo di Kripper Studio è il riutilizzo adattivo delle strutture con una reimmaginazione degli interni.  

In cifre (sf)
Unità 1: 2.565 m²

Unità 2: 2.386 sf

Totale: 4.951 sf

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson
photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

Approccio e soluzioni progettuali: Architettura
L'approccio a questo edificio storico strutturalmente solido è stato quello di valutare come aggiornare in modo sensibile l'esterno per far capire visivamente che sono stati apportati dei miglioramenti, pur rimanendo in linea con il vernacolo stilistico degli edifici vicini.  Le decisioni progettuali che ne derivano sono ponderate e strategiche.

L'aggiunta di un rivestimento bianco che abbraccia l'intera struttura è la nuova tela dell'esterno.  Un sottile "labbro" distintivo nel rivestimento a metà dell'altezza dell'edificio diventa una fascia orizzontale avvolgente che implica visivamente la presenza di due residenze all'interno della struttura.

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

La facciata dell'edificio presenta elementi visivi di:

Cedro sui montanti del portico, sul cappello, sul reticolo delle fondamenta e sulla parte inferiore della tettoia;
Cornici e ante in metallo nero per le finestre, le porte e il lucernario;
Grondaie in rame;
Ringhiera in metallo nero che incornicia i gradini del portico;
Pietra di campo originale sulla fascia inferiore vicino alle fondamenta.
Gli accenti di cedro e rame creano un calore di epoca vittoriana.  L'introduzione di fusi in una sezione della parete del portico ci ricorda come un portico possa essere utilizzato per sedersi e osservare.

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson
photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

Un'indicazione della rivisitazione degli interni è la collocazione della porta d'ingresso dell'unità 2. La torre, che in precedenza faceva parte dell'edificio, è un'altra delle torri di avvistamento.  La torre, che prima faceva parte dello spazio abitativo, è ora un passaggio strutturale per accedere al secondo e al terzo piano, che creano la seconda unità separata. La porta d'ingresso principale sostituisce quella che era una finestra nella torre. 

Nella parte posteriore dell'edificio, le gronde bianche si fondono con il rivestimento bianco per consentire ai cambiamenti architettonici di essere più pronunciati, con spunti visivi in metallo nero che indicano le novità:

Un abbaino e una finestra sul tetto,
Un vano ascensore incassato ad uso esclusivo dei residenti dell'unità 2,
Nuove porte per l'accesso a ciascuna delle due nuove unità e
Una vedova contemporanea
Un capannone è stato spostato per fare spazio a un nuovo garage indipendente per due auto con una porta in metallo nero.  Il terreno circostante è stato ricostruito per includere un vialetto e un camminamento riscaldati e un nuovo paesaggio.

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson
photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

Approccio e soluzioni progettuali: Interni
Per realizzare la creazione di due nuovi spazi abitativi contemporanei all'interno di una struttura storica, Kripper Studio ha pensato a una nuova formula per dividere e utilizzare lo spazio interno.  I principi guida sono la precisione, l'artigianato e l'apparenza di semplicità.  Le caratteristiche architettoniche e le soluzioni di design contribuiscono all'estetica generale di apertura, trasparenza e comfort, che deve predominare nell'esperienza abitativa.  I momenti di architettura di grande impatto si vivono con l'azione fisica di salire le scale.

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson
photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

Solo l'involucro delle strutture è stato conservato. L'intero assemblaggio interno è nuovo.  Basandosi su un approccio simmetrico, l'obiettivo era quello di utilizzare tutto lo spazio possibile e ottenere una pianta il più possibile aperta.  Per ottenere la pianta aperta simmetrica che caratterizza entrambe le unità, una grande trave d'acciaio nascosta attraversa l'intero edificio da davanti a dietro, posizionata all'altezza della linea di demarcazione tra le due unità.  All'unisono con la trave d'acciaio orizzontale, le colonne verticali portanti nascoste contribuiscono a creare una pianta ininterrotta.

Sfruttare tutto lo spazio interno possibile significava puntellare la struttura per scavare il seminterrato e convertirlo da magazzino e servizi a spazio vivibile.  Il raggiungimento di un soffitto libero di 9' rispetto ai precedenti 7½' e l'introduzione di finestre più grandi creano uno spazio completamente vivibile per l'Unità 1.

Utilizzare tutto lo spazio interno possibile ha significato anche reimmaginare il precedente sottotetto con un nuovo abbaino e una finestra e sfruttare liberamente l'altezza della linea del tetto per creare un terzo livello completamente vivibile per l'unità 2.

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson
photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

Unità 1: 2.565 sf [primo livello e piano inferiore]
L'ampio spazio aperto del primo livello si unisce senza soluzione di continuità al livello inferiore attraverso una scala discreta.  Il pavimento in rovere su entrambi i livelli continua sulle alzate e sulle pedate della scala strutturale a blocco e a telaio e la ringhiera in vetro incassato dello spessore di 1" fluttua e avvolge la scala.  Il corrimano in rovere sottolinea e delinea questo momento architettonico.

L'unica colonna strutturale è discretamente allineata con la scala, lasciando che l'apertura della pianta sia flessibile come spazio abitativo.

Il piano inferiore, con nuove finestre ampliate e un soffitto di 9', sfida le aspettative.

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

Unità 2: 2.386 sf [Secondo e Terzo Livello]
Il punto di accesso principale dell'unità 2 è una nuova porta che conduce dal portico alla torre, che ora è un involucro per una scala a sbalzo dedicata che porta al secondo livello. Mantenendo tutte le finestre della torre ma eliminando la divisione tra i piani precedenti, l'ingresso pieno di luce naturale è la nota di apertura dell'esperienza abitativa.

La scala, progettata in modo ingegnoso, si muove su una trave d'acciaio con pedate fluttuanti su piastre d'acciaio e senza alzate, per navigare nella larghezza limitata dello spazio con una svolta creativa verso la doppia altezza.  Le alzate in vetro personalizzate e il corrimano in rovere aggiungono un effetto fluttuante.

Arrivando al secondo livello, che è l'ingresso dell'unità 2, una seconda scala sembra fluttuare dal terzo livello.  Una scala inclinata a spinta singola costruita su un'unica trave d'acciaio con pedate in legno di quercia su piastre d'acciaio e senza alzate, alzate in vetro di 1" di spessore su entrambi i lati e un unico corrimano in quercia è una struttura inamovibile al centro della pianta aperta, ma il più discreta possibile.  Trasparenza e apertura definiscono ancora una volta le decisioni architettoniche.

Esempio di precisione e maestria, le scale dell'Unità 2 esemplificano l'obiettivo di portare precisione e maestria negli elementi architettonici interni.  Il lucernario di recente introduzione fornisce una straordinaria fonte di luce naturale alla tromba delle scale che conduce al terzo livello.

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

Fattori di sostenibilità generale

Riutilizzo e rifacimento di una struttura esistente
Unità elettriche e di riscaldamento ad alta efficienza
Finestre a doppio vetro e ad alta efficienza
Legno di provenienza locale
Tutti i materiali sono di provenienza locale, se possibile

Team:
Sviluppatore: ADCO Realty
Architettura: Kripper Studio
Interni: Kripper Studio
Paesaggio: Kripper Studio
Appaltatore generale: ADCO Realty
Ingegnere strutturale: Souza True and Partners
Consulente per l'illuminazione: Reflex Lighting
Fotografia: Pablo Gerson

photo_credit Pablo Gerson
Pablo Gerson

Materiale Utilizzato:
1. Finestre: Jeld-Wen 
2. Lucernario: Velux
3. Porte: Brosco
4. Rivestimento: Armstrong
5. Piastrelle di ceramica: Daltile
6. Piastrelle per il bagno: Cambria
7. Accessori per il bagno: Kohler
8. Scale: Evolution Ironworks
9. Illuminazione: dmf Lighting
10. Isolamento: BASF

Caption
Caption
Caption

Read story in EnglishPortuguêsFrançaisEspañol and Deutsch

Crediti Progetto
Developer, General Contractor
Architecture, Interiors, Landscape
Fotografi
Lighting Consultant
Structural Engineer