Aldapeta María Ikastetxea School in San Sebastian

Aldapeta María Ikastetxea School in San Sebastian

Architetto
IDOM
Posizione
17, Aldapeta street, 20009 San Sebastián, Guipuzcoa, Spain | View Map
Anno Progetto
2019
Categoria
Scuole Primarie

Scuole Secondarie
Iñaki Bergera
Scheda Tecnica Prodotto

ElementoMarchioProduct Name
CarpentrySCHÜCO
Vinyl flooringTarkett
Vinyl claddingVescom B.V.
Glazed partitionsArquimart Sistemas
RF panelled doorsCimesa
Movable partition walls and panels, paintable and magnetisableIMI

Scheda Tecnica Prodotto
Carpentry
per SCHÜCO
Vinyl flooring
per Tarkett
Vinyl cladding
Glazed partitions
RF panelled doors
per Cimesa
Movable partition walls and panels, paintable and magnetisable
per IMI

Scuola Aldapeta María Ikastetxea a San Sebastian

IDOM come Architetti

La scuola Aldapeta María Ikastetxea, situata in via Aldapeta Galtzada nella città di San Sebastian, è ubicata su un terreno di proprietà privata su un promontorio chiamato Alto de Aiete, dal quale ci sono viste sulla baia di La Concha.

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

Il progetto prevede la realizzazione di una nuova scuola di 18.000 m2, che prevede la completa sostituzione della scuola originale, che risale alla fine del XIX secolo. La direzione in cui si sta dirigendo l'educazione richiede nuovi spazi adeguati per educare secondo nuovi metodi pedagogici. Il Colegio de Marianistas di San Sebastián mira ad attuare un nuovo modello pedagogico basato su moderne metodologie educative, oltre ad un impegno verso le tecnologie dell'informazione come strumenti di supporto all'educazione. Per questo motivo, la Compañía de María ha deciso di demolire la vecchia scuola per costruire una nuova scuola, adattata ai nuovi strumenti, che permette di massimizzare le nuove pratiche educative.

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

Allo stesso tempo, il nuovo edificio ha investito in nuove tecnologie di costruzione, con caratteristiche definitive per ottenere un edificio efficiente nel suo consumo, utilizzando l'energia geotermica dal solare massimizzando l'efficienza energetica nel suo funzionamento. Il programma richiedeva la compatibilità dell'uso degli edifici originali durante l'esecuzione della nuova struttura scolastica. Quindi la costruzione della nuova scuola è stata condizionata, in parte, dalla necessità di mantenere la scuola originale operativa fino a quando i suoi studenti potessero essere trasferiti nei nuovi locali. Per questo motivo, il volume finale dell'edificio nel suo complesso è stato costruito in due fasi diverse: aule e spazi ausiliari.

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

Il progetto risponde ad una logica del luogo dalla grande scala e dalla scala più vicina. Su un terreno di 9.972 m2 è stata ricostruita la topografia originale del terreno, utilizzando il cemento a doghe come materiale che riproduce la roccia originale del sito come un basamento su cui galleggia un volume più tecnologico di doghe. La proposta fa uso della luce naturale come strumento che scolpisce gli spazi e utilizza la trasparenza come garante della continuità spaziale sia interna che interna-esterna. L'attività quasi frenetica nei campi da gioco lascia il posto a spazi di silenzio, contemplazione e sguardi incrociati verso il paesaggio. L'orientamento, in combinazione con il rivestimento in lamelle di alluminio perforate del nuovo edificio, permette la presenza permanente della spiaggia La Concha a San Sebastián.

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

Il terreno si trova vicino al pendio di Aldapeta e in continuità con la via Estella Lizarra e ha una pendenza molto ripida, tra il 6% e il 10%, che costringe l'edificio ad essere installato su diverse piattaforme e a diversi livelli di accesso. L'edificio occupa una posizione dominante sul pendio di Aldapeta e sulla spiaggia di La Concha, alzandosi di otto piani. Cerca di articolare gli spazi della struttura educativa con l'ambiente urbano in cui si trova, enfatizzando la natura pubblica dell'edificio e generando comunicazioni ai piani inferiori su diverse piattaforme e livelli che risolvono l'accesso dai diversi livelli dell'ambiente.

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

Questo accatastamento di piattaforme configura uno zoccolo di cemento nell'edificio dal seminterrato, che serve come accesso al parcheggio e agli spazi di servizio, al primo piano, il cui tetto serve come parco giochi della scuola dove si trovano i campi sportivi all'aperto. Gli usi del basamento sono distribuiti attraverso uno spazio aperto centrale come patio di circolazione tra i diversi usi e stanze. Il basamento in cemento riproduce concettualmente la roccia su cui si trovava l'edificio storico originale, la prima scuola della Congregazione in Spagna. L'accesso principale alla scuola è dal pendio di Aldapeta a nord dell'edificio, attraverso il plinto al piano terra, raggiungendo il patio centrale. Da questa stessa strada, c'è un accesso diretto sia al primo piano, attraverso la piazza della chiesa, che al patio superiore dei campi sportivi, al secondo piano, attraverso la suddetta piazza e la scala a chiocciola.

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

Il programma delle esigenze della scuola include la scuola primaria, la scuola secondaria obbligatoria e il baccalaureato e ha richiesto una separazione fisica e concettuale tra le aule primarie e le aule secondarie e di baccalaureato. Gli spazi primari si sviluppano su due piani intorno al patio centrale dello zócalo, chiuso sul suo lato nord dall'accesso principale alla scuola e dalla sala riunioni e dallo spazio della chiesa. La scuola secondaria e la scuola superiore sono organizzate su 4 piani sollevati sopra il basamento, in modo che le circolazioni tra i cicli siano separate con il parco giochi esterno al secondo piano.

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

Il patio d'accesso si trova al piano terra, in una posizione centrale, e funge da collettore d'ingresso con il centro sportivo e da pezzo di distribuzione dello spazio che permette di capire il funzionamento dell'edificio nel suo complesso. Questo spazio si comporta come un chiostro in cui gli spazi di circolazione si sviluppano intorno ad esso, provocando la relazione interno-esterno. Sopra lo zoccolo, al primo piano, si trova il parco giochi e emergono 4 volumi corrispondenti alle aule, l'ambigú (foyer), la biblioteca e la chiesa. Il parco giochi funge da elemento di distribuzione in altezza e da luogo d'incontro tra gli spazi della scuola primaria e quelli della scuola secondaria e superiore. Su questo piano ci sono usi comuni come la sala da pranzo, che occasionalmente funge da spazio multifunzionale, l'area sociale, gli spazi per gli insegnanti o la biblioteca principale della scuola.

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

Le aule delle scuole medie e superiori corrispondono ad un volume in altezza con due nuclei di comunicazione, situati vicino alle estremità, che permettono l'accesso ad una circolazione centrale e alle aule su entrambi i lati. L'ambiguità è uno spazio caffetteria indipendente dalla sala da pranzo. Il volume è curvo e vetrato con un tetto spiovente. La biblioteca acquisisce un'entità volumetrica indipendente, ma è un'estensione del secondo piano verso l'esterno.

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

La Chiesa, con una volumetria trapezoidale e sviluppata in uno spazio a doppia altezza, emerge dal plinto di cemento accanto all'accesso principale, dominando la scena urbana insieme al volume delle aule della scuola media e superiore che pende 7 metri sopra l'accesso per accogliere e proteggere il carico e lo scarico degli autobus. Infine, l'edificio delle aule della scuola secondaria e superiore si corona con il tetto, che contiene uno spazio multifunzionale e spazi per la Comunità Marianista, la ragion d'essere della comunità educativa.
Team:

Architetto del progetto: Antonio Lorén, Olatz Maestre

Altri architetti: Hugo Valle

Gestione del progetto: José Francisco Muñoz

Costi: Luis Mingarro

Strutture: Fernando López, Cristina Salavera

Ingegneria Ambientale: Jorge Guillén

Illuminazione: Fernando Catalán

Servizi di Salute Pubblica: Jorge Guillén

Ingegneria Elettrica: Fernando Catalán

Antincendio: Jesús Sau

Telecomunicazioni: Diana López

CAD: Ana Melús

Gestione dell'esecuzione della costruzione: Luis Mingarro

photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera
photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera
photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera
photo_credit Iñaki Bergera
Iñaki Bergera

Materiale Utilizzato:

  1. Moyua: Costruzioni Moyua
  2. Cimesa: Porte a pannelli RF
  3. Arquimart: Partizioni vetrate
  4. IMI: Pareti divisorie mobili e pannelli, verniciabili e magnetizzabili
  5. Sportocio: Pavimentazione in vinile Tarkett e erba artificiale
  6. PVT: Lastre di cemento su piazzole
  7. Schüco: Lavorazioni
  8. Vescom: Rivestimento in vinile

Read story in EnglishPortuguêsDeutschFrançais and Español