Apartamento Picasso

Apartamento Picasso

Architetto
Nada
Posizione
Passeig de Picasso, Barcelona, Spain | View Map
Anno Progetto
2019
Categoria
Appartamenti
Nit Victorio
Scheda Tecnica Prodotto

ElementoMarchioLink prodotto
LightingFlosParentesi
Electrical mechanisms Jung LS990Jung
Tulip armless chair - Executive arm chairKnoll
Headhat pendant lampSanta & Cole
FurnitureTavoli Tulip di Eero Saarineen
Eye ClockVitra.

Scheda Tecnica Prodotto
Lighting
Electrical mechanisms Jung LS990
per Jung
Tulip armless chair - Executive arm chair
per Knoll
Headhat pendant lamp
Eye Clock
per Vitra.

Appartamento Picasso

Nada come Architetti

La pavimentazione continua verde collega gli spazi.

 

Un appartamento nel quartiere El Born di Barcellona

Il progetto disegnato da Nada nasce dall'esigenza di rinnovare uno spazio abitativo di 70 m2 (754 piedi), situato in un edificio plurifamiliare costruito negli anni '70 vicino a Passeig Picasso a Barcellona. L'appartamento si affaccia sul Parc de la Ciutadella, il più grande spazio verde nel centro della città.

 

Lo stato originale di questo spazio era altamente compartimentato con spazi inutilizzati e una complessa circolazione tra spazi sconnessi.

 

Distribuzione senza ostacoli

I proprietari, una giovane coppia di professionisti, volevano ripensare l'attuale distribuzione di questo spazio abitativo. La proposta di Nada doveva prevedere una camera da letto principale con una zona spogliatoio, una cucina aperta e una seconda stanza collegata al soggiorno.

 

Il budget per questo intervento era relativamente contenuto, considerando le aspettative del cliente e le opere che lo spazio richiedeva.

 

Con questo in mente, Nada ha progettato uno spazio di vita con uno stile contemporaneo e materiali semplici e coerenti. Il risultato è uno spazio aperto ponderato in cui diverse aree interagiscono perfettamente tra di esse.

 

Uno spazio in cui scorre la luce

Il design proposto dallo studio Nada focalizza la sua attenzione per enfatizzare la luce naturale e la connessione tra l'ambiente esterno e questo spazio interno di dimensioni contenute.

 

Il risultato è uno spazio concettualizzato verso le finestre, liberato da qualsiasi ostacolo che ostacolerebbe il flusso luminoso. Per fare ciò, le ex divisioni spaziali sono state rimosse, ad eccezione della grande parete portante che è stata utilizzata per nascondere gli spazi di servizio.

 

Un cubo bianco distribuisce e allevia i limiti di spazio

È stato costruito un cubo bianco centrale per distribuire le diverse funzionalità spaziali. Eretta nel soggiorno, questa struttura contiene una nicchia sul lato del soggiorno, la zona spogliatoio, oltre a scaffali per libri e spazio di archiviazione. All'interno del cubo bianco, quasi invisibile, appare una seconda stanza di molteplici usi che si collega naturalmente con il soggiorno.

 

Porte che evocano gli shoji Giapponesi

Il flusso è stato facilitato, evitando l'uso di porte tradizionali ma garantendo privacy alla camera da letto principale alla quale si accede attraverso la zona spogliatoio. Il progetto ha considerato la necessità di maggiore intimità in momenti particolari, non solo nella camera da letto principale ma anche nella seconda stanza, di molteplici usi, che è collegata al soggiorno.

 

Ciò è stato ottenuto mediante l'uso di elementi di recinzione traslucidi che avvolgono di proposito gli scaffali. Questi elementi in vetro smerigliato hanno anche lo scopo secondario di schermare l'accesso di entrambe le stanze permettendo alla luce di fluire in tutto lo spazio. Le porte scorrevoli traslucide escono dall'interno del cubo bianco centrale, fungendo da lanterna e creando ombre suggestive. Porte che scatenano la luce come una versione rivisitata degli shoji giapponesi.

 

Il bagno e la lavanderia sono nascosti da porte scorrevoli opache dietro la parete portante che attraversa lo spazio abitativo.

 

Una pavimentazione verde continua invade tutti gli spazi

Con l'obiettivo comune di migliorare il flusso luminoso e minimizzare qualsiasi ostacolo, Nada ha selezionato con cura materiali semplici, puliti e senza pretese.

Il colore bianco è predominante in tutti gli elementi verticali rispetto alla continua pavimentazione verde che invade tutti gli spazi dell'appartamento. Il verde è stato scelto come reminiscenza dei rami degli alberi dietro le delicate tende che diffondono la luce esterna.

 

Le ceramiche color sabbia sia in cucina che in bagno emergono come tema comune nel resto degli spazi di questo appartamento, alludendo al carattere mediterraneo di Barcellona. La scelta di una tavolozza di colori limitata ha semplificato lo spazio, essa porta una sensazione calda e organizza in modo coerente le funzionalità dell'appartamento.

 

I mobili completano il design degli interni

I mobili sono stati integrati quando possibile nel progetto per evitare pezzi ausiliari che comprometterebbero la spaziosità. Tuttavia, il team di Nada ha selezionato una gamma di articoli iconici che sono stati integrati con facilità.

 

Il soggiorno è caratterizzato da un tavolo Tulip in marmo bianco con sedie da cucina disegnate da Eero Saarinen negli anni '50, un design con la missione di far scomparire la "bruttezza e confusione nascoste sotto i tavoli". La semplicità del lampadario disegnato da Santa & Cole sovrasta questo iconico tavolo.

 

Appeso al blocco centrale bianco, l'Orologio Occhio di George Nelson, anch'esso progettato negli anni '50, ispeziona la scena che si verifica nel soggiorno. La Poltrona direzionale, disegnata anche da Saarinen, porta un tocco di colore accanto al divano e la lampada a sospensione Parentesi, un'icona degli anni '70 di Achille Castiglioni, che illumina i mattoni del pilastro originale.

Questa storia è disponibile in più lingue
Condividi o Aggiungi Apartamento Picasso alle tue Collezioni
Crediti Progetto
Architetti
Prodotti utilizzati in questo progetto
Babylon Garden Spa Renovation
progetto successivo

Babylon Garden Spa Renovation

Centri Benessere
Ha Bong Street, SơnTra Ward, Da Nang City, Viet Nam - Edificio completato in 2018
Visualizza Progetto