Scheda Tecnica Prodotto

Hoody Active & Happiness Hotel

Giulia Bortolotti Architect &Interior Designer come Architetti

Hoody (active&happiness) hotel è una nuovissima struttura ricettiva localizzata ad Arco di Trento, pensata e sviluppata seguendo il concetto di nuova ospitalità, con la creazione di ambienti positivi ed in continua evoluzione.

Spazi comuni
Le zone comuni sono ampie e luminose e si affacciano su una grande terrazza con vista sul parco e sul castello di Arco. Gli spazi sono tutti collegati e sfruttabili a 360 gradi, la sala riunioni ad esempio, è composta da un grande tavolo in legno massello che può essere utilizzato come tavolo da pingpong, come tavolo da riunione prima di partire per un’escursione ma anche come spazio dove fare colazione.

Le librerie, sparse qua e là, raccolgono la storia del territorio durante le splendide quattro stagioni e le conseguenti attività praticabili, oltre ad oggetti di vario genere.

Il rooftop è lo spazio più zen ed è caratterizzato da un ampio solarium, piscina idromassaggio e sauna con una vista mozzafiato sull’intera vallata. Qui le temperature sono miti tutto l’anno ed è il luogo perfetto dove ricaricarsi a fine giornata.

Il bar dell’hotel, Goodycafe, è identificato da un grande bancone rivestito in ledwall, che funge anche da reception, e mostra con i suoi video le grandi potenzialità del territorio integrando la proiezione del concept di Hoody con eventi locali e di storytelling.

 

Le camere
Le camere racchiudono l’essenza del progetto, ogni tipologia è una raccolta di colori e temi diversi. Sono caratterizzate da un’estetica essenziale con alcuni tocchi di design e colore. Vetro a quadretti, metallo nero e grafiche alle pareti che ricordano un “target” rivisitato, in forma e colore. Ogni camera ha un grande balcone che affaccia sul grande parco sottostante e sull’intera vallata, riempiendo di luce e calore la stanza.

Questa storia è disponibile in più lingue

Hoody Active & Happiness Hotel

Marazzi come Stone

L'hotel sportivo Hoody Active & Happiness, sulla sponda trentina del Lago di Garda, è un perfetto esempio di come fughe e disegno di posa possano diventare elementi progettuali dal forte impatto estetico.

La sua progettazione è stata affidata all'architetta e interior designer Giulia Bortolotti, che ha lavorato attorno ai concetti di gioco, movimento e dinamismo dando vita a una struttura ricettiva moderna e informale in grado di trasmettere spensieratezza e positività.

Gli interni invitano alla convivialità e alla condivisione degli spazi, i colori - blu e giallo su tutti - sono accesi e ben dosati, sia negli arredi che nei rivestimenti.

La scelta del pavimento, il gres porcellanato effetto pietra Mystone Ceppo di Gré in formato 75x150, si inserisce nel concept progettuale in contrasto con la modernità dell'hotel e come legame materico con gli spazi esterni. La posa diagonale sfalsata contribuisce a sottolineare la dinamicità degli ambienti, mentre le fughe colorate di blu richiamano il gioco di linee e traiettorie proposto in più elementi decorativi come nesso simbolico con le attività sportive e ludiche praticabili nell'hotel.

Questa storia è disponibile in più lingue
Refurbishment Building of the Monas of San Clodio
progetto successivo

Refurbishment Building of the Monas of San Clodio

Hotel
Leiro, Ourense, Spain - Edificio completato in 2017
Visualizza Progetto