House in Crato

Casa a Crato

Nome del progetto in inglese
House in Crato
Architetto
Ines Brandao Arquitectura
Posizione
Crato, Alentejo, Portugal | View Map
Anno Progetto
2021
Categoria
Alloggi Privati
Alexander Bogorodskiy
Scheda Tecnica Prodotto

ElementoMarchioProduct Name
Double side fireplaceADF
Linea Series
TapsBruma
Lusitano
Sanitary EquipmentSanindusa
Urb.y 52
Slidding windows SAPA
Slimside
CarpentryCarpintaria Alagoense
Interior and Exterior paintEcolux

Scheda Tecnica Prodotto
Double side fireplace
Linea Series per ADF
Taps
Lusitano per Bruma
Sanitary Equipment
Urb.y 52 per Sanindusa
Slidding windows
Slimside per SAPA
Carpentry
Interior and Exterior paint
per Ecolux

Casa a Crato

Ines Brandao Arquitectura come Architects

La "Casa no Crato" è stata progettata per una coppia che adora la natura e il silenzio e che cercava un luogo dove ritirarsi, lontano dal caos e dalla frenesia della città. È situata nella parte alta della regione dell'Alentejo, in Portogallo, su una proprietà di circa 70 ettari, dove querce, lecci, sugheri e ginestre comuni popolano le varie colline e creano un paesaggio idilliaco. Un piccolo corso d'acqua scorrevole attraversa l'intero terreno, dando origine a una laguna che funge da punto di ristoro per gli animali al pascolo.

photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy

Il fatto che il terreno fosse completamente libero da costruzioni preesistenti ha reso possibile progettare la proposta avendo come punto di partenza la natura. La casa è stata costruita sulla cima di una collina, con una vista privilegiata sulla laguna e sulle colline circostanti. La sua forma a croce nasce dall'adattamento della costruzione al luogo e alle sue preesistenze naturali, contrastando gli alberi che la circondano, senza abbattere alcun albero. Modellando la costruzione intorno agli alberi, ognuno dei quattro bracci è stato lasciato interamente circondato dal paesaggio, che penetra all'interno di ogni spazio, creando l'illusione di una costruzione in scala ridotta.

photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy

L'ingresso alla proprietà, situato a un livello inferiore, prevede un percorso che si snoda attraverso il terreno, permettendo a chi arriva qui di assorbire l'ambiente della regione, senza svelare immediatamente tutto il paesaggio e la casa.

photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy
photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy

Da questo percorso si arriva all'ingresso, che è il punto di intersezione dei due assi che definiscono l'organizzazione spaziale della casa e da cui si accede ai restanti spazi. Nel volume adiacente all'ingresso si trovano la sala da pranzo e il soggiorno, che si apre generosamente sull'ampia vista del bosco di querce da sughero. All'estremità di questo braccio si trova l'ufficio, uno spazio più intimo separato dal resto da un portico e con un rapporto più "sereno" con il paesaggio.

photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy
photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy

Nel volume perpendicolare al precedente, la cucina appare, a un livello più basso, con un rapporto più stretto con la piscina, che può essere vista da essa, dando a questo spazio un carattere giocoso e conviviale. Poiché riteniamo che la casa e il paesaggio si fondano in un unico elemento, è stato fondamentale pensare al progetto paesaggistico in modo coerente, scegliendo piante adatte al clima, con poca manutenzione e resistenti alla siccità, con l'obiettivo di creare ambienti specifici per ogni area. A tal fine, nello spazio esterno adiacente alla veranda della cucina, sono state piantate diverse specie di piante aromatiche, come il timo, la citronella e il rosmarino, che, oltre al profumo forte e gradevole, possono essere utilizzate nella preparazione dei cibi.

photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy

Infine, sul lato opposto della cucina, si sviluppa, a un livello più alto, il volume delle camere, accessibile attraverso una scala, che si estende fino al corridoio che dà accesso alle stanze e che è scandito da una serie di aperture verticali che permettono l'illuminazione naturale dello spazio, ma che mantengono la privacy di quest'area. Ogni stanza ha un rapporto indipendente con il paesaggio, godendo di una vista più controllata, data la topografia che le accoglie. La lavanda e altre piccole specie formano la bordura accanto ai portici delle stanze, rafforzando la tranquillità insita in questi spazi. In allegato a questo volume troviamo una fontana, che rafforza la presenza dell'elemento acqua accanto alla casa, fungendo anche da abbeveratoio per gli animali che si avvicinano.

photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy

Lungo tutta la casa sono stati creati dei portici che fungono da spazi di transizione tra l'interno e l'esterno, permettendo all'esperienza delle aree abitabili di incontrare il paesaggio dell'Alentejo in spazi di riposo e di ombra. Questi spazi possono essere nascosti da persiane forate in acciaio corten, una reinterpretazione del "muxarabi" - un elemento dell'architettura vernacolare araba - che controllano passivamente la temperatura all'interno della casa, in quanto permettono la ventilazione costante di questi spazi.

photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy
photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy

Dal portico all'interno, le travi in legno e la matericità del pavimento rafforzano la continuità spaziale. Il calcestruzzo è il materiale scelto per la pavimentazione dell'intera casa, grazie alla sua semplicità e robustezza. In tutta la casa, i magazzini sono stati integrati nelle pareti e nascosti da porte con un'anima di paglia. Questo sistema permette di ventilare in modo permanente gli spazi interni degli armadi.

photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy

Team:

Architetto e Paesaggista: Inês Brandão Arquitectura

Team di architetti: Inês Brandão; Ana Filipa Santos; Olivier Bousquet

Studio di ingegneria: Equação PTV Lda.

Impresa generale: Jorge Felix dos Santos, Unip, Lda.

Direttore tecnico dei lavori di costruzione: Rui Chorinca

Fotografo: Alexander Bogorodskiy

photo_credit Alexander Bogorodskiy
Alexander Bogorodskiy

Materiale Utilizzato:

Sistemi in acciaio: Proençafer - Indústria De Serralharia Lda.

Carpenteria: Carpintaria Alagoense, Lda.

Impresa di giardinaggio: Tiago Dias e João Mário Dias

Tetto: Strato impermeabilizzante, Imperalum

Persiane: acciaio corten perforato, realizzato su misura da Proençafer - Indústria de Serralharia

Pavimentazione: Calcestruzzo grezzo

Finestre: Finestre scorrevoli - serie Slimslide, Sapa

Camino: Camino doppio laterale, serie Linea, ADF

Rubinetti: Serie Lusitano, Bruma

Apparecchiature sanitarie:  Serie Urb.52, Sanindusa

Pitture: Pitture per interni ed esterni, Ecolux

Caption
Caption
Caption

Read story in EnglishPortuguêsFrançaisEspañol and Deutsch

Crediti Progetto
Featured Projects
Latest Products
News