Volkshaus Basel Hotel

Volkshaus Basel Hotel

Architetto
Herzog & de Meuron
Posizione
Basel, Switzerland | View Map
Anno Progetto
2020
Categoria
Hotel
© Robert Rieger
Scheda Tecnica Prodotto

ElementoMarchioProduct Name
SinkLaufen
VAL
Pendant lampZumtobel Lighting Gmbh
IALO
FurnitureHorgenglarus
Volkshaus chair
Lamp2f-Leuchten Ges.m.b.H.
Bedside lamp
Wall and floor lampsArtemide
UNTERLINDEN
Supplier: FaucetsFranke Home Solutions

Scheda Tecnica Prodotto
Sink
VAL per Laufen
Pendant lamp
Furniture
Volkshaus chair per Horgenglarus
Lamp
Bedside lamp per 2f-Leuchten Ges.m.b.H.
Wall and floor lamps
UNTERLINDEN per Artemide
Supplier: Faucets

Hotel Volkshaus Basel

Herzog & de Meuron come Architect and Interior Designer

Il Volkshaus Basel, originariamente il balivo del castello, risale al XIV secolo. Il luogo è sempre stato un luogo di uso denso e vario, un pezzo di città nella città. Una fabbrica di birra con annesso ristorante è stata costruita nel 1845, con l'aggiunta di una sala concerti e di una birreria nel 1874. Dopo che la città di Basilea ha rilevato gli impianti nel 1905, il sito è diventato un centro di attività politiche, sociali e culturali, che alla fine ha portato ad una carenza di spazio e ad un concorso nel 1919. Il vincitore, l'architetto Henri Baur, costruì la nuova Volkshaus Basel, inaugurata nel 1925, integrando la sala da concerto esistente e completandola con sale di varie dimensioni, uffici, sale conferenze, negozi, ristoranti e alloggi per il personale.

 

Negli anni '70 il Volkshaus è scampato per un pelo alla demolizione, ma è stato invece sottoposto a una completa ristrutturazione, sia all'interno che all'esterno, per rendere il complesso conforme ai più recenti standard tecnici. Queste misure hanno pregiudicato in modo sostanziale il carattere e l'identità della Volkshaus. Non è rimasto nulla dell'architettura originale della sala concerti e della birreria. La ristrutturazione della sala da concerto è stata dettata dalle esigenze acustiche del suo utilizzo come studio di registrazione per l'orchestra. Tutte le gallerie e le finestre sono state murate, l'atmosfera originale del bar e della brasserie è stata modificata in modo quasi irriconoscibile e l'architettura delle sale è stata praticamente cancellata dall'impianto HVAC integrato. Inoltre, la diversità degli usi è stata ridotta, dato che la maggior parte dell'edificio principale ospitava spazi per uffici.

 

Nel 2011 abbiamo iniziato a ricostruire il Volkshaus in diverse fasi, pezzo per pezzo, e da allora abbiamo ripristinato gli usi perduti come alloggi e un negozio. Ci auguriamo che le nostre modifiche e la rinnovata diversità d'uso non solo rivitalizzino questo luogo estremamente speciale di Basilea, ma che facciano rivivere anche l'identità architettonica della Volkshaus. La portata dei nostri interventi varia da una stanza all'altra a seconda delle esigenze di ogni spazio e secondo un'analisi approfondita del complesso nel suo complesso. Il nostro obiettivo è quello di preservare la molteplicità e la complessità complessiva della Volkshaus, basata sull'architettura originale del 1925 e impregnata dalla sua stessa storia.

 

Quando il nuovo edificio della Volkshaus di Basilea fu inaugurato nel 1925, conteneva una sala concerti, un ristorante, un bar e un negozio, con sale conferenze, uffici amministrativi e alloggi per il custode e il gestore ospitati nell'edificio di fronte. Le camere da letto per il personale si trovavano nella mansarda soprastante. Dopo la ristrutturazione degli anni '70, tutti i piani sono stati convertiti in uffici. Le stanze dell'edificio storico sono state intonacate in tutto l'edificio con una crosta sintetica di pannelli Resopal, moquette agugliata, soffitti acustici sospesi e canaline per cavi in plastica.

 

Esattamente 95 anni dopo, e otto anni dopo la prima fase di ristrutturazione della Volkshaus Basel, un hotel con 45 camere è stato completamente integrato nella Volkshaus, sostituendo gli uffici precedentemente situati nell'edificio principale. La diversità originale della Volkshaus Basel è stata rianimata e resa completamente accessibile al pubblico.

 

Come nella ristrutturazione della brasserie, del bar e delle piccole sale per eventi, completata nel 2012, abbiamo iniziato a rimuovere la "crosta" che era stata applicata negli anni '70, sperando naturalmente di fare interessanti scoperte storiche. Ci siamo presto resi conto che non era sopravvissuto nulla della sostanza originale se non le vetrine, per cui ci siamo dovuti affidare ad altri indizi per elaborare il nostro progetto. Le piante storiche delle camere da letto in mansarda erano una fonte di informazioni: stanze semplici con letto, armadio e lavabo, del tipo che si trova ancora oggi negli hotel storici, soprattutto in Svizzera. Negli altri piani, file di ripostigli si allineavano al corridoio centrale, interrotte da porte, disposte a filo, che conducevano alle sale amministrative e alle sale conferenze. Abbiamo anche attinto ad alcune delle idee alla base della ristrutturazione 2012 della brasserie e del bar per garantire un insieme congeniale e coerente di materiali e forme accuratamente selezionate in tutta la Volkshaus, come senza dubbio anche nel 1925.

 

Abbiamo avuto l'idea di utilizzare una spessa parete di deposito lungo i corridoi per entrare nelle camere d'albergo e anche per ospitare armadi, servizi igienici e docce. Entrambi i servizi sono integrati nell'armadio in legno di quercia nera tinta che corre per tutta la lunghezza della stanza. Per realizzare questa idea, la doccia deve sporgere leggermente, strutturando così ritmicamente il corridoio. Le piastrelle di ceramica, smaltate di nero e verde scuro, sottolineano la sensazione di essere avvolti in questi due spazi, che sono stati inseriti negli armadi con meticolosa precisione. Le finestre ovali, come quelle della brasserie e del bar, offrono una vista verso l'interno e soprattutto verso l'esterno della doccia e del bagno. Nella maggior parte delle stanze, la doccia è stata posizionata in modo da permettere la vista direttamente attraverso la stanza e quindi anche fuori dalla finestra. Il resto dello spazio è libero, diviso solo da un pozzo centrale rivestito di vetro nero, che costituisce anche la parete di fondo del lavabo indipendente.

 

Questa parete scompare dietro le morbide e spesse tende che si affacciano sulla stanza e che possono essere tirate per chiudere la zona notte dall'ingresso. Il letto è centrato direttamente davanti a queste tende, con una testiera di doghe di quercia che fanno riferimento alle panchine della birreria progettate appositamente per la Volkshaus Basel. Le finestre sono state restaurate in modo elaborato, per quanto possibile, per riportarle allo stato originale. Le tende sono le stesse che dividono la stanza, il loro verde pallido riflette il verde usato ripetutamente in tutta la Volkshaus Basel. La carta da parati, che mostra incisioni del 17° secolo, fa da ponte tra i secoli dagli inizi della Volkshaus. Quando le tende delle finestre e i divisori delle stanze sono disegnati, la camera da letto "tessile" diventa un luogo di calore e di rifugio. Il pavimento in terrazzo scuro risuona con la diversità dei pavimenti in terrazzo di tutto l'edificio. Oltre ad un semplice tavolo e alla sedia Volkshaus, pensata per il bar e la brasserie, ogni stanza è arredata con una poltrona lounge da noi progettata. Il pouf abbinato può anche servire da portabagagli. Grazie all'attenta e attenta ristrutturazione dell'edificio storico, nessuna delle camere è identica e ognuna ha un proprio carattere.

 

Il nuovo atrio al piano terra è un compagno del bar, un po' come un "negativo" o una copia, uguale ma diversa, con il concetto di colore invertito. Il pavimento a mosaico è nero e verde, le pareti sopra il rivestimento e i soffitti sono dipinti di bianco. Abbiamo anche ripristinato l'ingresso dalla porta originale, con "vetrine" laterali, come accesso centrale alla birreria e alle sale da concerto. Come nel 1925, l'atrio ospita ancora una volta un negozio di articoli più piccoli. Insieme alla ristrutturazione del 2012 del bar e della brasserie, così come della birreria e delle sale adiacenti, il completamento dell'hotel ha ricreato la Volkshaus Basel, con la sua diversità di usi, come un pezzo di città dentro la città, vibrante ed emozionante.

 

Materiale Utilizzato:
1. Ascensori
Schindler Aufzüge AG, Pratteln, Svizzera

2. Design dei mobili: Sedia a sdraio, pouf e tavolino
Design: Herzog & de Meuron, Basilea, Svizzera / Prodotto da: Von Rickenbach GmbH, Ibach, Svizzera

3. Design dei mobili: Mobiletto e consolle
Design: Herzog & de Meuron, Basilea, Svizzera / Prodotto da: Pendt AG, Gossau, Svizzera

4. Design dei mobili: Sedia Volkshaus
Design: Herzog & de Meuron, Basilea, Svizzera / Prodotto da: horgenglarus GmbH, Glarona, Svizzera

5. Design dei mobili: Lampada da comodino
Design: Herzog & de Meuron, Basilea, Svizzera / Prodotto da: 2f-Leuchten Ges.m.b.H., Austria

6. Design dei mobili: Lampade da parete e da terra "Unterlinden"
Design: Herzog & de Meuron, Basilea, Svizzera / Prodotto da: Artemide, Milano, Italia

7. Design dei mobili: Lampada a sospensione per lobby "IALO"
Design: Herzog & de Meuron, Basilea, Svizzera / Prodotto da: Zumtobel Licht AG, Pratteln, Svizzera

8. Design Carta da Parati
Design: Herzog & de Meuron, Basilea, Svizzera / Prodotto da: Wirz Tapeten AG, Winterthur, Svizzera

9. Fornitore: Tende / Tessuti / Tappeti
4 spazi / ZigZagZurich, Zurigo, Svizzera

10. Design: Lavello "VAL"
Design: Konstantin Grcic Industrial Design, Berlino, Germania / Prodotto da: Keramik Laufen AG, Laufen, Svizzera

11. Fornitore: Segnaletica al neon
Bärtschi Neonglasbläserei, Steffisburg, Svizzera

12. Fornitore: Rubinetti
KWC, Franke Water Systems AG, Basilea, Svizzera

Questa storia è disponibile in più lingue
Condividi o Aggiungi Volkshaus Basel Hotel alle tue Collezioni
Crediti Progetto
Architect and Interior Designer
Sanitary Installations
Building Physics / Acoustics
Painter Interiors and Exteriors
Upgrading existing windows
Prodotti utilizzati in questo progetto
House in Sumiregaoka
progetto successivo

House in Sumiregaoka

Alloggi Privati
Kanagawa, Japan - Edificio completato in 2020
Visualizza Progetto