Edelman Dubai

Edelman Dubai

Architetto
Roar (formerly Pallavi Dean Interiors)
Posizione
Dubai, UAE | View Map
Anno Progetto
2018
Categoria
Uffici
Pankaj Anand
Scheda Tecnica Prodotto

ElementoMarchioProduct Name
SofaLigne Roset
LightingAxolight
LightingFlos
LightingVibia
LightingEstiluz
LightingAromas Del Campo

Scheda Tecnica Prodotto
Sofa
Lighting
per Axolight
Lighting
per Flos
Lighting
per Vibia
Lighting
per Estiluz
Lighting

Edelman Dubai

Roar (formerly Pallavi Dean Interiors) come Architetti

L'ufficio di Edelman a Dubai è una rete di 'Villaggi Culturali' con una personalità distinta, uniti da un filo conduttore comune

 

DUBAI (agosto 2018) Roar ha consegnato il suo secondo ufficio in Medio Oriente per la società di comunicazione globale Edelman. L'ufficio di Dubai, uno spazio di 1.000 metri quadrati situato nel prestigioso edificio del DMCC ONE JLT, è il fulcro dei team creativi e commerciali di Edelman; e si basa sul successo dell'ufficio di Edelman ad Abu Dhabi, che PDI ha progettato e consegnato nel 2016.

 

"Una delle grandi sfide del design con Edelman Dubai è stata quella di creare un collegamento con il loro ufficio di Abu Dhabi, conferendogli un carattere distintivo", dice Pallavi Dean, fondatore e direttore creativo di Roar. "Hanno amato il concetto di 'Villaggi Culturali' che abbiamo sviluppato per Abu Dhabi: l'idea di creare città separate, come Soho, Wall Street e Harlem a New York. Ma non potevamo semplicemente ripeterlo. Così siamo passati al livello successivo a Dubai, aggiungendo strati di colore, texture e arredi per dare a ogni villaggio una maggiore personalità", dice Dean.

 

La 'Civic Square' - la principale zona di accoglienza - presenta una ricca atmosfera di ospitalità. "Volevamo che le persone si sentissero come se non stessero entrando in un ufficio, ma in un boutique hotel", dice Marcela Munoz, associata a Roar e uno dei principali designer del progetto. Un'installazione murale realizzata su misura dal designer di Emirati Khalid Shafar, utilizza l'Iqal indossato dagli uomini del posto. L'installazione artistica è utilizzata per creare una rappresentazione visiva (in codice Morse) del Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e del Sovrano dell'Emirato di Dubai, lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum al Forum dei media arabi del 2018: "Per sfruttare tutti gli sforzi per servire il Paese e i cittadini, ovunque essi si trovino".

 

La zona di lavoro principale, dove si trova la maggior parte del personale, è più giocosa, ricca di una vivace combinazione di colori ombreggiati. Il "Parco Urbano" è di nuovo diverso. Si tratta di uno spazio pubblico con un anfiteatro e posti a sedere in stile caffè - perfetto per la pausa pranzo, le riunioni informali e le riunioni mensili della società. A tappare lo spazio è quello che noi chiamiamo il 'City Lofts'. È lo spazio più maturo e sofisticato di quello che per il resto è un progetto piuttosto ludico. È un ibrido flessibile tra una sala riunioni, uno spazio di lavoro e un ufficio privato.

 

Note sul Design

PERSONE

"Uno dei dilemmi del design di un'azienda come Edelman è che si trova a cavallo tra due mondi: il personale che deve attrarre è composto da brillanti, giovani, creativi millenari in jeans e magliette, eppure molti dei suoi clienti che pagano molto sono alti dirigenti di banche, grandi aziende e del governo.

 

Il progetto doveva colmare questi due aspetti demografici; il City Lofts è il luogo in cui si scontrano", ha detto Pallavi. L'arte murale dell'artista emiratiano Zeinab Al Hashemi, basata su immagini satellitari di Dubai, colloca lo spazio del 'City Lofts' nel suo contesto locale. (Serie Urban Phantasmagoria - Reborn.  Immagini satellitari - Stampa su carta fotografica. Anno: 2018).

 

PROGETTAZIONE BASATA SULL'EVIDENZA

Il processo di ricerca per Edelman Dubai è il più approfondito che abbiamo condotto. Abbiamo combinato due metodologie di ricerca. La prima è il processo UXD (User Experience Design) di Roar, che abbiamo utilizzato con grande effetto per l'ufficio di Edelman ad Abu Dhabi. Questo prende i risultati dei focus group, delle interviste, dei questionari e delle osservazioni e li affina in una lista di priorità di una pagina. Oltre a questo, abbiamo lavorato con il team di psicologia del posto di lavoro di Herman Miller, utilizzando il loro processo "Living Office". Il risultato è stato una profonda comprensione delle esigenze del personale senior e junior e una serie di linee guida approfondite e basate sulla ricerca per inquadrare le nostre decisioni progettuali.

 

CONTESTO LOCALE

Abbiamo bilanciato l'approccio profondamente scientifico alla pianificazione dello spazio con l'apprezzamento dell'arte locale. In particolare, abbiamo commissionato dipinti e installazioni a due artisti emirati: Zeinab Al Hashemi e Khalid Shafar. Altrove, gli archi della falegnameria e delle porte più la cupola poco profonda dell'atrio della reception sono un sottile cenno al mondo islamico. Tutto questo ha contribuito a raggiungere uno degli obiettivi di design di Edelman Dubai: creare la sensazione che questo sia un ufficio a Dubai, non a Denver o Düsseldorf, ma senza ricorrere a pastiche o cliché.

 

AFFERMAZIONI ARCHITETTONICHE

Edelman Dubai inizia e finisce con due audaci dichiarazioni architettoniche d'interni. All'ingresso, la 'Civic Square' è lo spazio più scenografico. Le ampie curve di un pavimento altrimenti lineare, punteggiato da una cupola poco profonda nel soffitto, sono un potente gesto architettonico.  Sul retro dello spazio, l'occhio è attratto dall'orizzonte del grattacielo che sbircia attraverso le finestre del pavimento e del soffitto. L'impressione è molto simile a quella della hall di un boutique design hotel, con una miscela di pezzi disegnati su misura e mobili di design. Lo spazio finale è quello che chiamiamo 'Parco Urbano': curve più ampie, questa volta in un formato a gradini per creare uno spazio espositivo per le presentazioni ai clienti e le riunioni del 'municipio' del personale. È anche un salotto e una caffetteria per il personale, con sedute in stile caffetteria e angoli incassati per conversazioni discrete.

 

COLORE

Uno studio condotto dall'Università del Texas mostra l'impatto dei colori sull'umore e sul benessere - volevamo testare questa teoria. Il blu è il colore dominante nell'ingresso, che riflette il marchio di Edelman. All'altra estremità dell'ufficio nel "Parco Urbano", che ha toni di verde e rosa. Nel mezzo, la tavolozza interna ha una transizione cromatica a gradiente di ombre mentre si cammina attraverso la piastra del pavimento, che serve da strumento di ricerca e dà a ciascun reparto un'identità. L'elemento che collega l'intero effetto gradiente è una serie di diaframmi a soffitto che ruotano leggermente per creare un movimento dinamico attraverso lo spazio.

 

Il pavimento è caratterizzato da diversi colori della gamma Human Connections di Interface, che crea la transizione cromatica sul pavimento, rafforzando ulteriormente la caratteristica del soffitto. Le scrivanie, la falegnameria e le pareti divisorie in vetro si abbinano al colore della zona in cui "vivono". La maggior parte dell'ufficio di Edelman Dubai ha un aspetto fresco, giovane e vivace: Abbiamo una sala creativa "go bananas" (carta da parati di Mr. Perswall) e una cabina telefonica con le "scimmie appese" (carta da parati di House of Hackney).

 

MOBILI

Abbiamo fornito un'ampia gamma di opzioni di lavoro: scrivanie sedute, scrivanie in piedi, uffici individuali e spazi di collaborazione informale, oltre a stanze con una funzione tecnica dedicata, come una green room per le riprese video e televisive. Il nostro obiettivo è stato quello di creare un mix eclettico con il panorama dell'arredamento, astenendoci dagli spesso usati sistemi di scrivanie e sedute commerciali. Per le postazioni di lavoro, abbiamo fatto uno sforzo consapevole per variare il materiale e la forma delle scrivanie. Alcuni piani di lavoro sono bianchi, mentre altri sono in legno, ciascuno con un accessorio di colore personalizzato per riflettere la zona in cui si trova.

 

Ogni "villaggio" ha una varietà di posizioni di lavoro, con ogni fila di scrivanie diritte si trova una postazione di lavoro in piedi ad arco. Le sedie da lavoro sono di Vitra, con un'ampia varietà di prodotti per l'illuminazione: Flos, Estiluz, Studio Italia, Aromas del Campo, edizioni DCW, Seletti, Excloosiva, Petite Friture, Vibia, Zerolighting, Axo Light, Mathieu Challieres. Per la reception di Piazza Civica, per creare l'impressione di entrare in un boutique design hotel, abbiamo utilizzato le forme curve di un divano Lignet Roset e delle poltrone Driade abbinate ai tavolini La Palma.

 

Materiale Utilizzato :

  1. Vitra - Sedie da lavoro
  2. Flos - Illuminazione
  3. Estiluz - Illuminazione
  4. Studio Italia - Illuminazione
  5. Aromas del Campo - Illuminazione
  6. Edizioni DCW - Illuminazione
  7. Seletti - Illuminazione
  8. Excloosiva - Illuminazione
  9. Petite Friture - Illuminazione
  10. Vibia - Illuminazione
  11. Zerolighting - Illuminazione
  12. Axo Light - Illuminazione
  13. 13. Mathieu Challieres - Illuminazione
  14. Lignet Roset - Divano
  15. Driade - Poltrone
  16. La Palma - Tavolini
Questa storia è disponibile in più lingue
Condividi o Aggiungi Edelman Dubai alle tue Collezioni
Crediti Progetto
Prodotti utilizzati in questo progetto
Gare Maritime
progetto successivo

Gare Maritime

Uffici
Rue Picard 11, 1000 Bruxelles, Belgium - Edificio completato in 2020
Visualizza Progetto