CASA L&L

CASA L&L

Architect
STUDIO_A+D
Location
Fano, Italy
Project Year
2014
Category
Private Houses
Marco Bagnesi
Product Spec Sheet

ElementBrandProduct link
LightingFlosGlo-Ball Suspension, Spun Light T, Toio
Velux Elevato isolamento acustico GGu60VELUX Commercial
Mono Wash, Simple| Bathroom CabinetCeramica Flaminia
Antico Asolo termotrattati| Oak parquetCP Parquet S.r.l.
Fin-90 Classic-line Twin CFinstral
Filomuro| Hinged doorGarofoli

Product Spec Sheet
Velux Elevato isolamento acustico GGu60
Mono Wash, Simple| Bathroom Cabinet
Antico Asolo termotrattati| Oak parquet
Fin-90 Classic-line Twin C
Filomuro| Hinged door

CASA L&L

STUDIO_A+D as Architects

L'ampliamento previsto, molto al di sotto delle potenzialità edificatoria possibile in base alla Legge Regionale (con questo si vuole sottolineare un approccio progettuale sensibile e consapevole), rientra in una sorta di "processo costruttivo spontaneo" che è ormai consolidato nei retri degli edifici che si affacciano sulla via. Infatti questi erano gli edifici nati dalla volontà di contadini e pescatori fanesi di costruirsi la casa nelle nuove zone di ampliamento in cui si stava espandendo la città. Ben al di sotto delle possibilità economiche dei proprietari delle ville e dei villini, (di tutt'altra qualità architettonica) che si trovano in zona, nascono queste case a schiera, che a seconda delle possibilità economiche dei proprietari presentano facciate più o meno ricercate nei fronzoli delle cornici o nei rivestimenti delle pareti sulla strada. Ogni casa aveva, ed ha tutt'ora, una pertinenza sul retro dell'edificio che si è man mano ridotta in virtù degli annessi che venivano costruiti in funzione delle proprie esigenze di spazio. Erano comunque interventi di lieve entità così come quello che si è realizzato. Quello che ne scaturisce è una certa coerenza formale ed architettonica nel fronte stradale (nonostante la varietà di stili) ed una totale disarmonia nei retri degli edifici che presentano prospetti del tutto "spontanei", senza alcuna logica compositiva-formale e con delle superfettazioni a dir poco casuali. La ricerca effettuata consente di dire che non si evidenziano particolari valori storici-architettonici (anche in virtù dei numerosi interventi che ne hanno modificato la struttura) se non quello della edificazione "spontanea" che nel corso dei secoli ha creato aggiunte e modificazioni agli impianti seriali originari e ha generato il panorama architettonico dei centri urbani e extraurbani.. Se vogliamo dare a questa "spontaneità" un valore storico-architettonico ecco allora che un ampliamento quale consentito dal "piano casa" legittima la naturale continuazione di questo "processo tipologico spontaneo" che ha reso in un certo qual modo interessante la "composizione volumetrica" dei retri di questi edifici. L'intento progettuale è stato dunque quello di interagire con una pratica compositiva anomala, innescando una dialettica tra l'assimmetria e la "casualità" della composizione delle bucature nel prospetto sul giardino e con la fruibilità e la funzionalità degli spazi interni. Il progetto evidenzia anche il cambiamento del modo di abitare dell'edificio in questione in virtù anche del cambiamento delle esigenze primarie. Mentre prima assolveva alle basilari funzioni del vivere, oggi l'abitazione diventa simbolo della "qualità" della vita. Per questo motivo le bucature sul retro si ingrandiscono in maniera tale da creare una simbiosi tra gli spazi interni e quello esterno, che grazie al pergolato, diventa (specialmente nella bella stagione) uno "spazio abitativo aperto". Le bucature, inoltre, assolvono ad importanti funzioni bioclimatiche, specialmente il grande velux posto sul tetto che, grazie al foro di comunicazione tra i vari piani, permette l'effetto camino e quindi un naturale ricambio d'aria per convezione naturale. Lo stesso discorso vale per la finestra a nastro che si trova nella parte di soggiorno alto 3.65m la quale assolve "puntualmente" alla stessa funzione del velux sul tetto, ed allo stesso tempo permette, assieme alle altre bucature del piano terra, di determinare una pluralità di fonti luminose ricreando ambienti molto luminosi e con un'ottima luce diffusa. La finestra sulla cucina è funzionale allo spazio che delimita, sia per dimensioni che per posizione. La finestra verticale sul vano scala (opportunamente schermata nella stagione estiva) contribuisce agli aspetti funzionali-bioclimatici dell'edificio. Il gioco di forme e dimensioni delle bucature determinano l'aspetto "spontaneo" dell'intervento in coerenza col processo di formazione dei prospetti sul retro degli edifici della zona, ma allo stesso tempo ne determinano un aspetto "contemporaneo" dell'architettura.

Share or Add CASA L&L to your Collections
Project Credits
Architects
CaixaForum
next project

CaixaForum

Exhibitions
Zaragoza, Spain - Build completed in 2014
View Project