CASA ACO

Casa ACO

Nome del progetto in inglese
CASA ACO
Architetto
Giuseppe Gurrieri Architetto
Posizione
Apulia, Italy | View Map
Anno Progetto
2021
Categoria
Alloggi Privati
Filippo Poli
Scheda Tecnica Prodotto

ElementoMarchioProduct Name
Bathroom TapsCEADESIGN
Interior LightingNEMO Lighting
Parliament, Le Corbusier
Doors & WindowsSecco Sistemi SPA
BathtubsCORIAN® Design
SanitarywareCeramica Cielo

Scheda Tecnica Prodotto

Casa ACO

Giuseppe Gurrieri Architetto come Architetti

Casa ACO è un intervento di recupero ed ampliamento di due fabbricati rurali, composti da lamie e trulli, immersi nella campagna pugliese, in Valle d’Itria. 

photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli
photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli

Il progetto verte sulla costruzione di due muri paralleli, realizzati in pietra locale, che delimitano e individuano il sito sia planimetricamente che altimetricamente. Il muro adiacente alla strada di accesso individua l’altezza dei vari corpi di fabbrica, mentre il secondo ne traccia i piani di calpestio. Un salto di quota ingloba dunque l’intero progetto che si sviluppa come una scatola effimera i cui confini dialogano costantemente con il contenuto. 

photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli
photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli

I fabbricati rurali vengono riconvertiti in unità abitative. In prossimità dell'accesso al lotto, nel piccolo stabile composto da due ambienti voltati, è stata ricavata una depandance, invece il corpo costituito da due trulli e da alcune stalle voltate, è stato restaurato ed ampliato. L’innesto di un nuovo volume parla un linguaggio contemporaneo che però dialoga con l’esistente sia per contrasto che per continuità materica, cromatica e geometrica. Alle dimensioni ridotte degli ambienti ristrutturati e alla rigidità della pianta dell'esistente, si contrappone la flessibilità dell'ambiente unico che caratterizza il nuovo corpo di fabbrica. Nuove ampie bucature si affacciano sui giardini, permettendo anche dall’esterno la lettura delle componenti architettoniche originarie.

photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli
photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli

Un taglio sulla copertura, che funge da lucernario, sottolinea l'incastro tra il vecchio e il nuovo, evidenziando come il muro esterno del trullo sia stato inglobato all’interno del nuovo fabbricato. Quest'ultimo assume dunque la duplice identità sia di ambiente domestico rispetto al paesaggio che di spazio esterno rispetto all'edificio storico. Un asse visivo identificato da aperture allineate percorre trasversalmente l’intera unità abitativa in una promenade che va dal giardino al living, proseguendo per i pensatoi posti all’interno del trullo, proprio sotto le iconiche coperture a cono.

photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli
photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli

E sono proprio questi due coni che, oltrepassando la quota limite imposta dal progetto, rinnegano i principi compositivi dell'opera, sovrastando l’orizzonte disegnato dal costruito.

photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli
photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli

Alle forme razionali e al bianco della calce dei corpi di fabbrica, si contrappone un progetto del paesaggio dalle forme organiche e dalle tinte più varie. Gli spazi interstiziali fra i vari volumi costituiscono aree caratterizzate da interventi puntuali ed esclusivi. I muri di contenimento delimitano una tela entro la quale il verde e i percorsi ricuciono e connettono le varie parti dell'edificato compresa la zona della piscina. Quest’ultima è posta in un vertice opposto rispetto a quello di accesso al sito, definendo un percorso che ha inizio con la vista sulla depandance, prosegue verso i trulli e, attraverso l’ampliamento, raggiunge lo specchio d’acqua. Un percorso che, passando per tappeti d’erba, pavimenti di roccia naturale riaffiorata e riporti lapidei, accompagna il fruitore da un contesto dall’atmosfera tradizionale verso la progressiva scoperta della contemporaneità. 

photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli
photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli

Squadra:

Principale Architetto: Giuseppe Gurrieri

Collaboratori: Arch.Giulia Filetti, Arch. Valentina Occhipinti

Supporto tecnico locale: Geom. Pietro Baccaro, Arch. Angela Sabatelli

Appaltatore generale: Pietraviva di Albino Cecere

Arredi fissi: Itria Arredamenti

Fornitore Arredi mobili: Donatello Cecere 

Foto: Filippo Poli

photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli
photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli

Materiali Usati:

Ceramica Cielo: Sanitari

CEADESIGN: Rubinetterie Bagni

Secco: Serramenti

Corian Design: Vasche da Bagno

Nemo: Parliament Lamp Le Corbusier

photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli
photo_credit Filippo Poli
Filippo Poli
Caption

Read story in EnglishEspañolFrançaisPortuguês and Deutsch

Featured Projects
Latest Products
News